Sindacati Militari "Modificare il testo della legge".

"Le organizzazioni sindacali militari, per la prima volta unite in un unico comunicato, considerano inaccettabile il testo in discussione presso la Commissione difesa della Camera, in materia di Sindacati Militari. Ci aspettiamo che nella imminente fase emendativa siano adottati tutti i correttivi alle limitazioni ed ai vincoli irragionevoli presenti nel testo in discussione, che non trovano analoghi precedenti e rischiano di produrre una pessima legge". Così in una nota Assodipromil, Lrm, Nsc, Saf, Siam,Silca, Silf, Siamo Esercito, Silma, Silme, Sim Am, Sim Gdf, Sinafi, Siulm, Usif,Usmia.

Oggi, infatti, scade il termine per la presentazione degli emendamenti in Commissione Difesa su un provvedimento, quello della regolamentazione del diritto sindacale militare, estremamente sentito dal personale militare. "Dopo un proficuo e costrittivo lavoro di sintesi - commenta il segretario generale di Libera Rappresentanza dei Militari, Marco Votano - la maggioranza delle sigle sindacali militari di Esercito, Carabinieri, Marina, Guardia di Finanza e Aereonautica, riconosciute e autorizzate ad operare in nome e per conto dei propri iscritti, hanno espresso la loro opinione riguardo l'urgenza di modificare un testo che al momento appare inadeguato e fortemente limitativo".

Nella nota congiunta, inoltre, si specifica che "i membri della Commissione Difesa sono stati ripetutamente messi al corrente nel dettaglio di tutti gli elementi utili a varare una legge rispettosa dei diritti costituzionali dei lavoratori militari. Ulteriori segnali di disattenzione contrari ad una normativa ragionevole e bilanciata che garantisca ai sindacati militari di perseguire con efficacia la difesa dei diritti e degli interessi dei propri associati, non faranno altro che compattare lo scenario sindacale esistente e innescare le legittime iniziative di contrasto ad una politica che troppo spesso, si proclama vicina ai militari solo a parole!"