Contratto verso il cuneo fiscale

Finalmente dopo lunghe attese sul rinnovo dei contratti qualcosa si muove.

Seguiamo con attenzione i lavori del governo sul rinnovo dei contratti del pubblico impiego (comprende anche i lavoratori militari). Anche se al dire il vero i fondi stanziati non sono eccezionali, ci piace l'idea che il governo vuole intervenire sul cuneo fiscale per iniziare un processo di riduzione delle aliquote Irpef. Secondo quanto riportato da alcuni organi di stampa specializzati in economia l'intervento sul cuneo fiscale prevederebbe benefici che vanno da un massimo di 1.200 euro l'anno per i redditi più bassi (tra circa 8.200 e 28 mila euro di reddito), per poi scendere gradualmente fino ai 192 euro annui che arriveranno nella busta paga di chi guadagna 39 mila euro e zero per chi arriva a 40 mila. Chi ha redditi fino a 33 mila euro potrà contare su un beneficio appena sopra i 1.000 euro. Chi ne guadagna 37 mila avrà circa 576 euro l'anno in più.
Potrebbe essere una buona manovra che riduce le tasse ai lavoratori e alle famiglie".

Sindacato Libera Rappresentanza dei Militari