Sindacato LRM: Abbiamo sollevato il problema dell'immunità dei dirigenti, ecco le prime reazioni "Senatrice Garavini, On. Russo e la D. Ssa Trenta".

IL NOSTRO COMUNICATO STAMPA

Sindacato Libera Rappresentanza dei Militari: cestinare immediatamente l'immunità penale per i comandanti che calpesta la dignità dei militari.In Commissione Difesa del Senato tra i diversi emendamenti positivi a tutela del personale hanno approvato all'unanimità con la sola astensione della Lega un parere in cui si chiede al governo di garantire forme di tutela in sede penale e civile nei riguardi dei comandanti, l'unico impegno da assolvere è quello d'informare il personale militare sui rischi di contaminazione dal coronavirus. Il Sindacato Libera Rappresentanza dei Militari invita il governo a cestinare questo emendamento che calpesta la dignità dei militari, anziché pensare alle tutele legali dei comandanti la politica si occupi a mettere nelle condizioni migliori sia dal punto di vista della salute che quello economico il personale impiegato in prima linea per fronteggiare la pandemia del coronavirus.Fonte: www.piattaforma21.net 

Senatrice Laura Garavini (Presidente della Commissione della Difesa al Senato)

Dott.Ssa Elisabetta Trenta (già ministro della difesa)

27.03.2020

Io mi chiedo, quale bisogno c'è di prevedere un esonero di responsabilità preventivo, se è stato fatto tutto il possibile per seguire le indicazioni date dalle autorità di governo e sanitarie?

Le donne e gli uomini delle Forze armate e di polizia, a tutti i livelli e, prima di loro, le donne e gli uomini del settore medico-sanitario, a tutti i livelli, sono preziosi nella resilienza del Paese e nessuna esenzione di responsabilità può giustificare scelte che mettano in pericolo il personale.

Questo ogni buon comandante e/o dirigente lo sa.

I politici pensino piuttosto a creare le condizioni perché siano tutelati tutti coloro che si occupano della sicurezza sanitaria, sociale ed economica del paese.

 D. SSA ELISABETTA TRENTA

Ieri la Commissione Difesa del Senato ha approvato all'unanimità, con la sola astensione della Lega, un parere in cui si chiede al governo di valutare, in conformità con quanto previsto in situazioni analoghe per le altre amministrazioni dello Stato, di garantire forme di tutela, in sede civile e penale, nei confronti dei responsabili delle strutture delle Forze armate (compresa l'Arma dei carabinieri), limitando la loro responsabilità qualora questi abbiano assolto agli obblighi di informazione del personale sui rischi di contaminazione da agenti virali, e gli ordini emanati siano conformi alle indicazioni fornite dalle autorità sanitarie. In poche parole...si parla di un esonero di responsabilità.

/p> 

/p>

On. Paolo Russo (Forza Italia)

27.03.2020

Coronavirus, Russo (FI): Subito mascherine per soldatiCoronavirus, Russo (FI): Subito mascherine per soldati Roma, 27 mar. (LaPresse) - "In un momento in cui gridiamo a piena voce che occorra proteggere chi, a cominciare dai medici e dalle forze dell'ordine, combatte dal fronte questa temibile guerra contro il coronavirus, più che preoccuparci di assicurare immunità ai "generaloni" delle Forza Armate dovremmo pensare a tutelare la salute dei nostri militari con ogni mezzo, con ogni dispositivo, con ogni misura": è quanto dichiara il deputato di Forza Italia, PAOLO RUSSO a proposito del parere espresso dalla commissione Difesa del Senato sulla esclusione della responsabilità, sia civile che penale, in materia di sicurezza sul lavoro dei dirigenti delle Forze Armate."Pensiamo - dice Russo - a far arrivare nelle caserme i dispositivi di protezione individuale che sono ancora insufficienti e soprattutto a mettere in condizione ogni singola divisa di proteggere la propria salute e quella degli altri. Nel caso contrario non avremmo reso un buon servizio al Paese e sopratutto non avremmo messo al riparo nessuno, nemmeno i comandanti".-- POL NG01 ntl 271752 MAR 2


 Gen. C. A. (Ris.) Carmine De Pascale

CORONAVIRUS, FORZE DELL'ORDINE E MILITARI IN CAMPO SENZA I DISPOSITIVI PER LA SICUREZZA PERSONALE. SI PROVVEDA AL PIÙ PRESTO!

Le Forze dell'Ordine e i militari dell' Esercito Italiano- impegnati ormai 24 ore su 24 per garantire il rispetto dei provvedimenti emessi dal Governo nel contrasto del covid-19 - sono da giorni in prima linea e, in molti casi, senza i minimi dispositivi per la necessaria protezione personale. Non è ammissibile che non siano garantiti i requisiti per l'incolumità sanitaria proprio a coloro che sono maggiormente esposti per contrastare la diffusione del contagio del coronavirus! Mascherine, guanti, occhiali e prodotti igienizzanti debbono essere con urgenza forniti alle forze in campo addette al controllo sulle strade, al personale delle caserme e degli uffici dei molteplici comandi sul territorio nazionale. Ad oggi i militari e le forze dell'ordine sono costretti a procurarsi personalmente le mascherine o a farsele artigianalmente! E questo è davvero sconcertante! Mi appello al Ministro della Difesa, al Ministro della Salute ed al Ministro degli Interni, agli Stati Maggiori ed ai Comandi Generali affinché si provveda rapidamente alla fornitura del materiale di protezione individuale!

Gen. C. A. (Ris.) Carmine De Pascale<

/p>